Cosa c’entra il food con il cloud?

Cosa c’entra il food con il cloud?

Amazon è forse al momento l’unica azienda al mondo capace di realizzare una sinergia fra il mercato di generi alimentari e un mercato completamente diverso, quello del cloud.

Ha fatto scalpore la recente acquisizione di Amazon delle catene Whole Foods. L’intento dell’accordo, certo, è di dare impulso ad un business in crescita come quello della consegna attraverso AmazonFresh, ma se andiamo più in profondità scopriamo quanto l’acquisizione si vada a ripercuotere anche su Amazon Web Service.

In un articolo di Joseph Tsidulko per CRN viene evidenziato quanto fondamentale sarà il ruolo di AWS su Whole Foods.

Il business AmazonFresh si basa su una rete di distribuzione complessa che va ancora ad aumentare con l’integrazione di Whole Foods. Questa rete si appoggia completamente ad AWS. Ad esempio il nuovo home barcode scanner Dash Wand che semplifica l’ordinazione su Amazon Fresh è alimentato sul back-end da servizi IOT AWS, come Lex.

L’acquisizione di Whole Foods e le sue centinaia di negozi potrebbe portare all’espansione della nascente Amazon Go.

Amazon Go permette di fare la spesa senza dover fare fila e pagare alla cassa sfruttando la tecnologia di tracciamento dei clienti. E’ un negozio, che in teoria, può funzionare, senza bisogno di personale grazie allo IOT di AWS.

Al momento ne esiste solo un esemplare ma con il nuovo accordo i Whole foods potrebbero essere dei luoghi ideali dove poter sperimentare Amazon Go e quindi tecnologia IOT. Insomma il cloud si sta inserendo anche nel food.

Se vuoi saperne di più leggi: 5 AWS Repercussions From Amazon’s Blockbuster Planned Acquisition of Whole Foods

Comments are closed.