Cloud Ibrido, pubblico e privato – un’infografica

Cloud Ibrido, pubblico e privato – un’infografica

Cloud ibrido, pubblico o privato ?

E’ una domanda che spesso gli IT manager della aziende e della Pubblica Amministrazione si pongono per la ridefinizione dell’infrastruttura IT della propria organizzazione.

I fattori che di solito si prendono in considerazione sono molteplici e hanno un impatto diverso in base alla tipologia di organizzazione:

  • Risparmio reale
  • Performance
  • Continuità aziendale
  • Pianificazione dell’investimento
  • Sicurezza e controllo dei dati
  • Accesso da remoto
  • Scalabilità delle infrastrutture.

Un’infografica realizzata da iweb mostra la differenza tra il Cloud ibrido, privato pubblico e  in termini di:

  • Modalità di distribuzione
  • Modello di pricing
  • Vantaggi tecnici ed economici
  • Modalità e casi di utilizzo
  • Benefici chiave secondo gli utenti.

Cloud ibrido, pubblico e privato – quali differenze ?

Le principali differenze che sono evidenziate dall’infografica possono essere sintetizzate così:

  • Cloud Pubblico – i server virtuali disponibili su un’infrastruttura condivisa. Il cloud pubblico permette di Possibilità di scalare le risorse in caso di workload e offre un modello basato sul pay per use in base al quale si pagano solo le risorse effettivamente consumate. In questo modello le performance sono garantire e la fase di deploy è molto semplificata.
  • Cloud Privato – con il Cloud privato è possibile utilizzare un’infrastruttura dedicata e sicura con un maggiore controllo dei dati, ma, in contropartita, i server e lo storage possono scalare con minore elasticità. Inoltre i costi sono basati su risorse pianificate e quindi presentano un minore livello di elasticità. Nel cloud privato è molto importante scegliere l’hardware adeguato così come i software di virtualizzazione.
  • Cloud ibrido –   il cloud ibrido sfrutta i vantaggi di entrambi i modelli suddetti garantendo lo stesso controllo dei dati critici (modello cloud privato) ma allo stesso tempo permettendo una maggiore agilità in termini di scaling delle macchine virtuali e dello storage con un modello di costi maggiormente flessibile.

cloud pubblico-privato-ibrido-infografica

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi