Il Cloud ibrido e privato con Eucalyptus è la soluzione ideale per aziende e PA che puntano al Cloud Computing per ridurre i costi e favorire l’agilità mantenendo il controllo sui dati sensibili.

Interact realizza soluzioni di cloud privato e ibrido attraverso l’infrastruttura Eucalyptus occupandosi dell’analisi, la progettazione e l’installazione della soluzione e supportando le aziende nella migrazione al cloud dell’intera infrastruttura IT o di parte di essa.

Eucalyptus è un’infrastruttura open source che permette di creare un ambiente cloud computing personale per massimizzare le risorse di calcolo e fornire un ambiente cloud agli utenti. Eucalyptus è progettata specificatamente per l’uso aziendale del cloud, e si integra pienamente con i servizi Cloud Computing di Amazon Web Services, e con le maggiori piattaforme di virtualizzazione come Xen, KVM and VMware vSphere, ESX e ESXi.

Eucalyptus permette di creare:

  • Cloud Privato – Un cloud privato è sostanzialmente un sistema cloud costituito con server di proprietà di chi utilizza il servizio. Il cloud privato può essere poi collocato presso i locali di proprietà dell’azienda o presso un data center. Le aziende possono avere un maggiore controllo dei dati sensibili rendendo alo stesso tempo la prorpria infrastruttura più efficiente, automatica e scalabile.
  • Cloud Ibrido – Il cloud ibrido si presenta come soluzione intermedia fra il cloud privato ed il pubblico, in quanto l’infrastruttura viene mantenuta sia dal cloud interno sia da un provider esterno; i due sistemi poi saranno interfacciati per consentire la condivisione di risorse fra i data center in base alle necessità aziendali in continuo cambiamento. Il cloud ibrido tramite Eucalyptus garantisce una gestione del servizio più flessibile perché permette di gestire alcuni servizi sul cloud pubblico (con la possibilità di sfruttare tutte le potenzialità computazionali del cloud pubblico) gestendo e conservando i dati e le informazioni sensibili sui propri data center.

Il cloud ibrido rappresenta la soluzione ottimale per quelle aziende e pubbliche amministrazioni che dispongono di un’infrastruttura consolidata e che vogliono migrare gradualmente verso un cloud pubblico, oppure per quelle aziende che vogliono delegare la gestione di una parte delle informazioni all’esterno mantenendone altre all’interno. I servizi IT che ospitano applicazioni e dati fondamentali per il business rimmarranno all’interno del firewall, spostando esternamente altri servizi e applicativi in caso di picchi di utilizzo o di installazione di nuove applicazioni.

Vantaggi del Cloud ibrido

[accordion] [panel title=”Flessibilità dell’applicazione”] interoperabilità trasparente per distribuire in modo rapido i carichi di lavoro sul cloud con la possibilità di spostarli tra ambienti onsite e offsite a seconda delle esigenze. [/panel] [panel title=”Sicurezza e affidabilità”] il sistema offre lo stesso livello di sicurezza, affidabilità e prestazioni dell’infrastruttura interna in uso, mantenendo il controllo delle informazioni sensibili.[/panel] [panel title=”Gestione centralizzata “] gestione dell’infrastruttura ibrida nel suo complesso (data center e cloud pubblici) con un unico framework di gestione. [/panel][panel title=”Migrazione graduale”] l’applicazione permette di gestire in modo graduale il passaggio al cloud computing permettendo di decidere quali dati e applicazioni spostare sulla cloud pubblica. [/panel]   [/accordion]

Leave a Reply