AWS: Innovazione e sicurezza

AWS: Innovazione e sicurezza

Durante il recente AWS Enterprise Summit di Londra, Stephen Schimdt, CISO di AWS ha rassicurato le aziende: perseguire un programma di innovazione non vuol dire sacrificare la sicurezza IT.
E’ possibile aumentare la velocità operativa e allo stesso tempo elevare gli standard di sicurezza. Infatti se si adottano e applicano delle misure adeguate di policy non c’è differenza fra la protezione del cloud e quella di un ambiente on-premises.
“Al limite del paranoico” è così che Schimdt definisce la politica che AWS mette in atto nei data center per salvaguardare i dati dei propri clienti.
Per dare conto di questa estrema scrupolosità, Schimdt racconta che AWS ha posizionato dei magnetometri all’ingresso dei suoi data center in modo da controllare che il personale in uscita non abbia alcun materiale di stoccaggio (hard disk). Oltre a questa misura ha anche riservato l’accesso ai dati dei clienti in base al ruolo ricoperto nel data center. Ad un responsabile del mantenimento fisico hardware, per esempio non è consentito accedere ai dati memorizzati su tali dispositivi. Evidenzia Smith che invece spesso in un data center on premise non c’è questa distinzione in base al ruolo.

Per saperne di più leggi: Aws: Il cloud fornisce innovazione e garantisce la sicurezza nei data center

Comments are closed.