Il servizio Cloud per il content delivery network di Amazon CloudFront di AWS offre a sviluppatori e aziende una soluzione semplice per distribuire contenuti agli utenti finali con una bassa latenza ed elevate velocità di trasferimento dati pagando solo il consumo effettivo delle risorse usate.

Attiva subito una delle varianti del prodotto

aws cloud front a.CDN è un prodotto, creato da Interact per la suite aCloud, che utilizza Amazon CloudFront per offrire un’interfaccia di servizi Web semplificata che rende più rapide le distribuzioni di siti Web, API, contenuti video e altri asset Web. Amazon CloudFront può essere impiegato per distribuire un intero sito Web, inclusi i contenuti dinamici, statici, in streaming e interattivi attraverso una rete globale di zone di disponibilità dell’infrastruttura AWS.
Con CloudFront come CDN, nei sistemi di streaming, è possibile scegliere i player più popolari come JW player per la riproduzione di download progressivi, HLS e flussi RTMP, su HTML5 e Flash, oppure Adobe flash per lo streaming in RTMP.

Partner ideale nell’uso di Wowza streaming engine, il media server che distribuisce contenuti video in diversi formati, quali Apple® HTTP Live Streaming (HLS), Adobe® HTTP Dynamic Streaming (HDS), Microsoft® Smooth Streaming e MPEG Dynamic Adaptive Streaming over HTTP (DASH), che può sfruttarne la scalabilità, la bassa latenza e la convenienza. Compatibile con Adobe Media Server con il supporto all’ HDS protetto e integrazione con Adobe Access 4 DRM, IIS Live Smooth Streaming ed EC2 che eseguono Microsoft Windows Server sono pienamente compatibili.

Consente:

  • Distribuzione video tramite cloud front in modalità ondemand, incontrando le esigenze del formato Microsoft Smooth Streaming.
  • Streaming in HLS grazie ad Amoz Elastic Transcode che converte i file multimediali parziali (o master) in S3, in diversi formati per i vari dispositivi client; inoltre con AWS è possibile il transmux.
  • Streaming VoD in RTMP Treaming per chi necessita di distribuire su flash player.

  • Archiviazione delle versioni originali dei file in uno o più server di origine (bucket di Amazon S3, un’istanza Amazon EC2, ELB) o server di altro tipo.
  • Nome di dominio: Utilizzo del nome di dominio della distribuzione nelle pagine Web, nel lettore multimediale o nell’applicazione. Per ottenere le massime prestazioni l’utente finale che inoltra una richiesta per un oggetto utilizzando questo nome di dominio, verrà automaticamente instradato sulla edge location più vicina.
  • Semplicità d’uso: Attraverso una semplice e immediata configurazione attraverso la console di gestione di Amazon AWS è possibile distribuire globalmente i dati ospitati sul vostro server attraverso una direttiva cname del tipo media.nomedominio.it.
  • Server di origine con API: Creazione di una distribuzione per registrare i server di origine con Amazon CloudFront tramite una semplice chiamata API o la Console di gestione AWS. Se configuri più di un server di origine, usa modelli URL corrispondenti per specificare l’origine dei contenuti specifici. È possibile impostare una delle origini come origine di default.
  • Controllo utilizzo: Prezzi calcolati solo in base ai trasferimenti di dati e alle richieste effettivi.
  • Delivery universale: Permette di distribuire immagini, video, files html, risorse web non da un’unica posizione (il server originale) ma attraverso una rete di distribuzione globale che velocizza così operazioni di download, lettura e streaming dei dati.

Le varianti del singolo prodotto a.CDN sono:

a.CDN.Web: 1 TeraByte. Distribuzione contenuti a livello globale su CDN fino ad 1 TeraByte

a.CDN.Streaming: 5 TeraByte. Distribuzione contenuti a livello globale su CDN fino ad 5 TeraByte