Aws chiama. Chime risponde.

Aws chiama. Chime risponde.

Il 14 febbraio Amazon Web Services ha annunciato Chime, nuovo servizio di Unified Communication ideato per l’azienda. Una piattaforma innovativa per videoconferenze e per la comunicazione integrata.

L’ossessione per il cliente, la passione per l’invenzione e l’impegno per l’eccellenza spingono ancora una volta AWS ad ampliare il ventaglio di offerte e ad aggiungere Chime ai suoi più di 90 servizi.
L’ultima arrivata in casa AWS si chiama Chime: un campanello per rispondere alle esigenze di una realtà lavorativa sempre più delocalizzata e al bisogno di una comunicazione continua ed efficace.

Oggi le riunioni di lavoro coinvolgono partecipanti da tutte le parti del mondo e per le aziende è fondamentale creare un team affiatato e produttivo senza sostenere spese di trasferte e viaggi di lavoro.
Per questo l’asticella della qualità audio/video per la call conference e video conference deve per forza alzarsi.
Gene Farrell, Vice Presidente di Enterprise Applications di AWS, spiega quanto sia difficile, nell’attuale mercato, trovare tecnologie di video meeting intuitive. La maggior parte delle applicazioni, infatti, sono tutt’altro che economiche, di difficile utilizzo e richiedono alti costi di manutenzione e proprio per dare soluzione a questo problema AWS ha ideato Chime.

Differenza tra Chime e altre soluzioni UCC

Quello che differenzia Chime dalle altre soluzioni UCC è il sostenersi completamente su AWS. E’ così assicurato l’elevato standard di prestazione e di sicurezza a cui la piattaforma cloud del colosso di Seattle ci ha abituato.
Oltre a questo notevole vantaggio, si aggiunge il fatto che Chime non richiede modifiche infrastrutturali, di sviluppo software e nessun tipo di manutenzione.
Inoltre, Chime vuole far dimenticare immagini video sgranate, rumori ambientali fastidiosi e disconnessioni frequenti. Insomma tutto quello al quale ci siamo, non volendo, assuefatti con gli attuali prodotti di video conference.

Caratteristiche del servizio

Addentriamoci in una riunione tipo con Chime e diamo uno sguardo alle principali caratteristiche e funzionalità del servizio.

Intanto ci sembrerà di essere nella stessa stanza, anche a molti chilometri di distanza grazie alla nitidezza dell’immagine offerta dall’HD e a un audio limpido dovuto alla larghezza di banda e alla funzionalità della cancellazione del rumore.

Non sarà un tabù migrare da un device a un altro, ad esempio da Pc a smartphone e sopratutto per farlo non si dovrà interrompere la video chiamata.

Sarà sufficiente un solo clic per avviare o aggiungersi al meeting. Quindi, addio a PIN lunghissimi e impossibili da ricordare.

Per chi invece è in ritardo, nessun problema: si avvertirà automaticamente. Chime mette a disposizione, infatti, una lista dei partecipanti che permette di verificare chi è riunione, chi è in ritardo e chi non può essere presente.

Sarà inoltre possibile identificare chi sta parlando e chi sta producendo rumori di fondo anche offrendo la possibilità ai i partecipanti di zittirlo con la funzione mute. Insomma non sentiremo cani abbaiare e nessun clacson suonare.

Durante una riunione i partecipanti potranno condividere i loro desktop istantaneamente, senza nessuna intermediazione e senza passare a un’altra applicazione.

Se poi le collaborazioni sono continuative Chime riserva una chat room che consente agli utenti di lavorare insieme. Sarà semplice archiviare lo storico delle conversazioni e i file condivisi.

La sicurezza in Amazon Chime è garantita dalla crittografia a 256-bit, la stessa che è utilizzata per gli altri Amazon Web Services.

Dopo esserci fatti un’idea di come Chime rivoluzionerà la video conference passiamo all’offerta che riserva AWS per i suoi utenti.

Versioni Chime

Amazon propone una versione di Chime gratuita e due in abbonamento con calcolo mensile pay per use.

La Basic Edition è gratuita per gli utenti AWS e include le chat e le chiamate audio e video uno ad uno.

La Plus Edition, al prezzo di 2,5 dollari al mese per ciascun utente, aggiunge funzionalità di gestione. Come ad esempio quella per i domini di posta elettronica, oppure la disabilitazione di account e ancora la configurazione Active Directory. Permette inoltre di avere a disposizione 1 GB di spazio/utente per i messaggi della casella vocale.

La versione Pro è ideata per le aziende di una certa dimensione e include funzionalità di programmazione, hosting, registrazione delle riunioni virtuali e condivisione dei desktop e video per un massimo di 100 utenti. Inoltre è messo a disposizione 1 GB per lo storage personale e un supporto VoIP illimitato. Il costo è di 15 dollari per utente al mese.

Chime sarà disponibile su Windows, Mac, Android ed iOS e anche sul web e sarà sul mercato per la seconda metà del 2017.

Nell’attesa non vi resta che visitare chime.aws per iniziare immergervi in una riunione virtuale che ha tutte le caratteristiche di un’esperienza reale.

Comments are closed.